Guida Michelin 2012, una stella al ristorante Lunasia con Luca Landi

Premiato l’impegno e la dedizione dello chef amico dei gelatieri

 Una stella Michelin allo chef Luca Landi, Executive Chef del Ristorante Lunasia del Green Park Resort di Tirrenia e grande amico dei gelatieri, del gelato artigianale e della Coppa del Mondo della Gelateria che dal 21 al 24 gennaio al Sigep di Rimini Fiera celebrerà la sua V edizione con ben 13 squadre da tutto il mondo.

Si può arrivare a conquistare dei riconoscimenti così importanti con dedizione e continuità, proferendo qualità assoluta soprattutto nelle materie prime, ma per ciò che mi riguarda – ha affermato Landi  - ho una visione personale di gusto, dove ogni ricetta non è replicata ma cucinata personalmente per ogni singolo cliente. Sicuramente ha influito la nuova collaborazione con la maitre Claudia Parigi, sorridente e soprattutto donna, sensibile, garbata, erudita e sempre, sempre sorridente. Gradita novità sono stati sicuramente i piatti alla lampada fatti in sala sia da me che da Claudia. In più, una carta speciale: “L’Alfabeto del Gusto”, dalla A alla Z tra golosità e squisitezze e soprattutto il nostro gelato gastronomico… l’originale vincitore della Concorso internazionale “Gelato in Tavola 2009”.

Una play-list ordinata alfabeticamente, che cerca di raccontare nell’insieme una cucina con salde radici in una chiave di degustazione estrosa e moderna quella dell’Alfabeto del Gusto che ricorda il centenario dalla scomparsa di Pellegrino Artusi e il 150° anniversario dell’unità nazionale. Ventuno lettere (in realtà 23 con lo yo-yogurt ed il White russian) per ventuno piatti che spaziano dal’antipasto al dolce tra pesce, carne e verdure.   

La stella è un importantissimo riconoscimento che dà motivazione a tutta la squadra che collabora con me, ma deve essere solo l’inizio per costruire una realtà “amena”; la parola etrusca Lunasia, infatti, significa quiete e serenità e su queste sensazioni abbiamo costruito la nostra realtà e la stella è il segnale che la strada intrapresa è quella giusta”.

Luca Landi ha 37 anni. Dal 2003 è il responsabile della ristorazione del Green Park Resort di Calambrone-Tirrenia (Pisa) dove offre cucina tradizionale a “Le Ginestre”, e una personale visione di cucina mediterranea a “Lunasia” miscelando con equilibrio il suo estro creativo e il sapore della cucina toscana.

Dopo gli studi all’Istituto Alberghiero, ha iniziato la professione con Angelo Paracucchi; quindi, le esperienze all’Enoteca Pinchiorri di Firenze, al Louis IV di Montecarlo, al Celler di Can Roca a Girona fino all’approdo al Green Park Resort.

Particolare attenzione ho dedicato da sempre al gelato “salato” ovvero gastronomico, che studio e rielaboro da 7 anni, a cui nel piccolo spero di aver contribuito a rendere migliore: più buono e più sano – ha detto - Sicuro che per me è stato il trampolino di lancio mediatico, che mi ha dato l’opportunità di distinguermi grazie al serio lavoro svolto sulla concezione del gelato per un nuovo millennio”.

Luca Landi con Simone Bertaccini, cuoco del ristorante Le Ginestre di Tirrenia e dal gelatiere Enrico Benedetti  dell’omonima gelateria di Livorno, avevano vinto nel 2009 la competizione internazionale “Gelato in tavola” al Sigep di Rimini Fiera, con tre antipasti che richiamavano le forme in cui di solito si mangia il gelato: il cono, la coppetta, il biscotto. Solo che il primo era fatto con una cialda croccante di gamberi e farcito di gelato ai carciofi e granita di parmigiano; la seconda conteneva crema di ceci al rosmarino e gelato di baccalà; il terzo era al gusto di foie gras con cipolla di Certaldo. Il piatto principale erano invece dei cannelloni di seppia con funghi e crema di ricci del Tirreno. Per dessert un omaggio ai 35 anni dalla commercializzazione del cubo di Rubik: il celebre rompicapo in versione gelata, i cui colori erano i gusti di cioccolato bianco, Campari, frutto della passione, mandorle d’Avola.

Insieme al comitato organizzatore della Coppa del mondo della Gelateria Landi ha partecipato alla scorsa edizione di Identità Golose dove con Giancarlo Timballo, Sergio Dondoli, Sergio Colalucci, Mauro Petrini e Luciana Polliotti hanno riscosso grande successo.

A Luca Landi e al suo staff le congratulazioni vivissime della Coppa del Mondo della Gelateria.

Comments are closed.