Topic: 2015

Conferenza stampa Martedì 26 Gennaio 2016 ore 10.00

INVITO
Conferenza Stampa

I vincitori della settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria.
Anticipazioni sull’edizione 2018

Gelato e Cultura s.r.l. e Sigep di Rimini Fiera sono lieti di invitarLa alla conferenza stampa conclusiva della Coppa del Mondo della Gelateria 2016.
La conferenza stampa si svolgerà Martedì 26 Gennaio 2016 alle ore 10.00 in Sala Tiglio 1 Pad. A6
Interverranno:
Giancarlo Timballo presidente Coppa del Mondo della Gelateria,
Patrizia Cecchi Direttore Business Unit Rimini Fiera
Luciana Polliotti vicepresidente Coppa del Mondo della Gelateria,
PierPaolo Magni presidente Comitato Mondiale d’Onore CMG.

download invito: INVITO CONF STAMPA CMG SIG 2016

Per accreditamenti o per richiedere la cartella stampa:

Ufficio Stampa CMG Claudia Santoro Tel. 3204071715 press@coppamondogelateria.it – www.coppamondogelateria.it


Mystery Box – la Prova dei Campioni

 Ceschin, Campione della Coppa del Mondo della Gelateria nel 2012: “È una prova altamente professionale. Non s’improvvisa nulla, servono preparazione, esperienza e fantasia”

 Gli ingredienti saranno forniti da eccellenze imprenditoriali Made in Italy: Alce Nero, Amarelli, Arborea, Borsci San Marzano, Condorelli, Le Delizie di Marchi, Manuel Caffè, Morello Austera, Ravifruit, Simone Gatto, Vicentini Mlesna, Waffelman.

  Rimini, 12 novembre 2015Della serie: tutto si può gelare, tutto può diventare un meraviglioso gelato! La Mystery Box è forse la prova più intrigante tra le sette previste dal regolamento della Coppa del Mondo della Gelateria (che si tiene nei primi giorni del Sigep 2016 a Rimini Fiera, dal 23 al 25 gennaio prossimi, n.d.r.): al gelatiere di ognuna delle 14 équipes in gara (le ricordiamo: Polonia, Marocco, Germania, Cile, Spagna, Argentina, Messico, Australia, Giappone, Singapore, Usa, Svizzera, Uruguay e Italia) verrà assegnato un ingrediente a lui sconosciuto e con questo – che diventa l’elemento caratterizzante – dovrà preparare una ricetta di gelato e realizzarla in tempi decisamente stretti. Il gelato sarà quindi presentato su un cono stampato alla Giuria internazionale per la degustazione, mentre la ricetta sarà discussa con i commissari tecnici.

E’ questa una prova molto difficile, che però offre l’opportunità al gelatiere di creare una ricetta speciale utilizzando ingredienti unici nel loro genere, espressione di quanto di meglio possa offrire il mercato dell’agroalimentare italiano, le cui aziende spesso sono frutto di genialità imprenditoriale e con profonde radici ben piantate nella storia del nostro Paese.

“La Mystery box – commenta Leonardo Ceschin, il maestro gelatiere del Team vincitore della Coppa del Mondo della Gelateria nel 2012 – è una prova molto complessa, è la gara su cui si misura la bravura, la preparazione e la fantasia del gelatiere. Non s’improvvisa nulla. Il risultato deve essere un prodotto di alta qualità e a fare la differenza sono i dettagli. Quindi, emerge chi è davvero bravo, preparato, chi ha buon gusto e sensibilità nel saper accostare gli ingredienti. La Coppa del Mondo della Gelateria – aggiunge Ceschin – è un bel laboratorio: c’è sotto un lavoro mondiale, preparazione, innovazione e sperimentazione, aspetti da studiare, preziosi per tutto il comparto”.

I marchi italiani, tra i leader del mercato italiano dell’agroalimentare e della liquoristica, che hanno deciso di affiancare la Coppa del Mondo della Gelateria con un loro prestigioso prodotto, sono:

GRUPPO ALCE NERO – Alce Nero è il marchio sinonimo di biologico, dietro al quale ci sono oltre mille agricoltori e apicoltori dediti dagli anni Settanta alla produzione di cibi buoni, che nutrono in modo corretto, e di un’agricoltura rispettosa della terra. Si scelgono e si valorizzano varietà colturali antiche e pregiate, coltivandole nei campi e nelle zone più vocate d’Italia e del mondo. L’assortimento di prodotti spazia dalla pasta ai condimenti fino ai prodotti per la prima colazione ecc.. Per quanto riguarda il miele si producono i gusti tipici italiani raccolti dagli apicoltori dalle Prealpi, per il castagno e l’acacia, alle regioni del Sud Italia, per l’arancio e l’eucalipto. La lavorazione e il confezionamento avvengono delicatamente per preservarne le caratteristiche naturali: dopo la filtrazione sono resi omogenei e invasati a bassa temperatura (circa 40°C).

 AMARELLI – Nascono a Rossano le liquirizie, nere, brillanti, seducenti. Da consumare i “sassolini” piacevolmente, una alla volta, facendoli sciogliere lentamente sul palato, oppure per produrre gelati, cioccolatini, grappa, liquore e birra, ma anche prodotti cosmetici. Lunga e affascinante è la storia di Amarelli, azienda familiare che ha le sue radici in terra di Calabria. L’idea di commercializzare la liquirizia (glycyrrhiza glabra, cioè radice dolce) risale al 1500. Nel 1731, per valorizzare al massimo l’impiego di questo prodotto tipico della costa ionica, la famiglia Amarelli dà vita a un impianto proto-industriale, detto “concio”. Dopo tre secoli la Amarelli, che per raccontare il suo lungo percorso ha allestito un celebre e prezioso Museo della liquirizia, fa parte dell’esclusiva associazione “Les Hénokiens”, formata da circa 40 aziende familiari bicentenarie di tutto il mondo. Il connubio di tecnologia produttiva all’avanguardia e rispetto artigianale della tradizione produce una liquirizia unica, pura: uno dei fiori all’occhiello del Made in Italy.

ARBOREA – È la cooperativa italiana che produce latte e derivati in modo sostenibile. La Fondazione risale al 1956, prendendo il nome dal Comune di Arborea, cittadina sorta dalla bonifica di una zona paludosa della Sardegna. La Cooperativa Latte Arborea diventa da subito “l’isola felice delle mucche”: la sua produzione comprende latte, ma anche mozzarelle, ricotta, yogurt e formaggi freschi e stagionati, prodotti solo con latte di Sardegna e attraverso la gestione sostenibile dell’intera filiera. A questi, si affiancano i prodotti senza lattosio, WEY, la prima bevanda a base di siero di latte e frutta e, in seguito alla recente acquisizione di Fattorie Girau, latte, yogurt, ricotta e formaggi di pecora e di capra. Oggi Arborea èil principale polo produttivo del comparto lattiero-vaccino in Sardegna, la quarta cooperativa lattiero-casearia in Italia e occupa il 13° posto nella classifica dei produttori italiani. Vanta 240 aziende associate, 290 dipendenti ed esporta in oltre 20 paesi in Europa, Africa, e Asia.

 BORSCI SAN MARZANO – Anche grazie al suo impiego in gelateria, l’Elisir San Marzano Borsci è tuttora un vero classico tra i liquori italiani. La quarta generazione della famiglia Borsci continua a dedicare la propria sapienza alla produzione di questo misterioso Elisir, famoso per la sua versatilità: ottimo fine pasto se consumato liscio o all’interno di dissetanti cocktail, esalta l’aroma del caffè ed è ingrediente insostituibile in molte ricette di pasticceria e su trionfali coppe di gelato. Mantiene l’etichetta “specialità orientale” e l’aquila bicipite simbolo dell’Albania, testimone ancora oggi di un prestigioso passato. Per seguire, infatti, la storia di questo marchio occorre risalire al XV secolo, quando la famiglia Borsci, originaria del Caucaso, migra in Albania, e da qui un nucleo della stessa si trasferisce in Puglia, a San Marzano. Nel 1840, Giuseppe Borsci, che aveva ereditato dai suoi avi la ricetta di un liquore unico, ne perfeziona la preparazione dando vita all’Elisir, che sarà gustato e apprezzato da milioni di consumatori in tutto il mondo. Nel 1964 i Borsci trasferiscono a Taranto lo stabilimento per realizzarne uno ancora più grande e più funzionale. Oggi, grazie alla collaborazione con il Gruppo Caffo, il cui celebre prodotto simbolo è il Vecchio Amaro del Capo, Elisir San Marzano sta incrementando la propria penetrazione del mercato.

 

CONDORELLI – La pasticceria fondata dal Cav. Francesco Condorelli nel 1933, alle falde dell’Etna, si è nel tempo ingrandita fino a diventare l’attuale Industria Dolciaria Belpasso S.p.A. negli impianti produttivi che oggi si estendono su un’area produttiva di oltre 8.000 Mq., grazie  all’intuizione di reinventare uno dei simboli della tradizione dolciaria italiana, il torrone, proponendone una versione morbida monodose: il celeberrimo “Torroncino”.

L’azienda commercializza i propri prodotti in oltre 30 Paesi e, grazie a tecniche produttive fortemente legate alla tradizione artigianale, produce fino a 15mila chili di torrone e torroncini al giorno, lavorando quotidianamente fino a 6.000 kg di mandorle, 1.500 kg di miele e 2.500 kg di cioccolato. Il Torroncino viene proposto in nove gusti di ricopertura. Condorelli è leader in Italia del mercato delle bevande al latte di mandorla con oltre il 50% della quota a valore. I prodotti di finissima pasticceria sono realizzati lavorando le eccellenti materie prime che offre la Sicilia e la linea di dolci al cioccolato è unica nel suo genere per le sue “declinazioni” territoriali.

 LE DELIZIE DI MARCHI – Meringhe, bianche, caramellate e decorative. E ancora, granella, bianca e ambrata, ma anche macarons. Sono le “Delizie di Marchi”, azienda fondata nel 2000 divenuta ben presto una realtà ben radicata nel mercato di produzione dolciaria industriale. Le tecnologie all’avanguardia di cui dispone garantiscono massimo rispetto delle norme vigenti e la massima elasticità produttiva, che la rende in grado di soddisfare, con un servizio di ottima qualità, qualsiasi richiesta su larga scala.

MANUEL CAFFE’ – Da quarant’anni i chicchi migliori del mondo sono tostati, lasciati maturare, miscelati e confezionati con passione che si traduce in un’inimitabile eccellenza italiana. La storia di Manuel Caffè inizia negli anni Cinquanta a Conegliano Veneto, quando Giuseppe e Bruna De Giusti muovono i primi passi nell’arte della torrefazione e inaugurano il primo nucleo dell’attività aziendale, fornendo i migliori prodotti alle caffetterie. Nel ’75 nasce poi la veste grafica del marchio. Dal 2000, sotto la guida della seconda generazione composta da Emanuela, Mauro e Cristina, la sede e le prospettive dell’azienda si ampliano attraverso l’internazionalizzazione delle vendite, a iniziare dalla Germania. Il nuovo impianto di torrefazione Manuel Caffè unisce tecnologie innovative e cura artigianale per un prodotto sempre più di eccellenza. Nel 2009 nasce il concept SpazioCaffè, firmato Manuel Caffè, diventato un vero e proprio generatore di business in Italia, in Europa e negli USA.

 

MORELLO AUSTERA – La mission dell’azienda è: coltivare la frutta nel rispetto dei cicli naturali, riproporre le specie autoctone valorizzando la biodiversità di cui la terra di Cantiano è straordinariamente ricca, grazie a suo microclima. Il frutteto aziendale è un singolare Eden per i professionisti dei mestieri del gusto; frutta “perduta” nella memoria collettiva (ma che è ben viva nei grandi ricettari e nella grande letteratura dell’Ottocento e del Novecento) qui trova una sua rinascita: dalle celebrateAmarene, alle pere Angelica, alle more di gelso e di rovo, alle ciliegie selvatiche; e poi, ciliegie bianche, visciole, pesche e mele di varietà dimenticate, fichi, lamponi… Tutto questo è Morello Austera, preziosa realtà dell’agroalimentare marchigiano creata dai fratelli Lupatelli. Massimo è il rispetto della terra, dei cicli di maturazione naturali e delle procedure di lavorazione: dalla cura dei frutteti (senza l’utilizzo di fertilizzanti chimici) alla raccolta fatta esclusivamente a mano, fino ad arrivare alla denocciolatura e al prodotto finito. Le confetture sono al 100% naturali e, come l’Amarena, non contengono conservanti, né coloranti, né addensanti chimici. I soli ingredienti utilizzati sono frutta, zucchero, scorza di limone, pectina naturale di agrumi. Oltre alle confetture, l’azienda è diventata nota per il suo Vino&Visciole.

RAVIFRUIT – Rispetto della Natura, salvaguardia dell’autenticità del gusto, servizio e qualità assoluta. In una parola, “eccellenza”. Sono questi i valori che contraddistinguono Ravifruit dalla fondazione avvenuta nel 1981, che si occupa di lavorazione della frutta. I numeri ne fotografano l’identità: 130 dipendenti, 12.500 tonnellate il volume delle vendite nel 2014, 65 i Paesi che tocca con una rete di distributori che copre i cinque Continenti.

L’impresa, la cui idea forza è: coltivare, raccogliere, assemblare, trasformare e servire, seleziona i “migliori” tra territori, le varietà delle specie e clima per realizzare le qualità gustative desiderate dei propri prodotti. Acquista direttamente da singoli agricoltori, cooperative o da agricoltori tramite collettori e da aziende di pre-trasformazione. La raccolta dei frutti avviene solo a maturazione completa, affinché le qualità organolettiche ne siano preservate. Dopo un’attenta selezione della frutta, l’azienda la elabora avvalendosi di esperti, chef e valenti pasticcieri e ricorre a metodi di trasformazione innovativi. Tra i prodotti, tutti di alta gamma, puree di frutta e verdura surgelate, puree di frutta, coulis extrasurgelati, composte di frutta surgelate, frutta IQF…

SIMONE GATTO – La Simone Gatto mette a disposizione di questa sfida un suo succo segreto, naturale non pastorizzato congelato. Un succo senza conservanti né altre aggiunte. L’azienda produce esclusivamente oli essenziali e succhi 100% puri e naturali e di altissima qualità.  Fondata nel 1926 da Simone Gatto con il figlio Salvatore e giunta oggi alla quinta generazione con la moderna fabbrica di San Pier Niceto (Messina), la società è molto attenta a tenere un comportamento etico, a rispettare le leggi locali ed europee in materia d’igiene e sicurezza alimentare, l’ambiente ed i propri dipendenti. E’ certificata UNI EN ISO 9001 e BRC, opera in regime di autocontrollo HACCP e dispone altresì delle certificazioni BIO EU, NOP e JAS.

VICENTINI MLESNA – La Vicentini Casa del fruttino è un’azienda dolciaria di quarta generazione con sede a Thiene, nell’alto Vicentino. L’attività prevalente è la produzione, l’importazione e il confezionamento delle caramelle Vicentini e la distribuzione esclusiva per l’Europa comunitaria del tè Mlesna, prodotto e confezionato a Ceylon (Sri Lanka). Questi tè sono a denominazione di origine garantita come certificato dal logo del leone che viene concesso esclusivamente ai tè prodotti e confezionati in Sri Lanka secondo gli standard qualitativi dello Sri Lanka Tea Board. Il tè Mlesna proviene dalle migliori piantagioni di montagna, oltre 2000 metri di altitudine, dove il clima umido e nebbioso mantiene le foglioline piccole, dolci e tenere. Raccolto a mano e lavorato secondo il metodo tradizionale, questo tè di qualità superiore è dorato e brillante e in tazza sprigiona un aroma fresco, dolce, con sapori e profumi vegetali, ma senza note astringenti.

 WAFFELMAN – Farina, uova, zucchero, burro e vaniglia sono i semplici e buoni ingredienti del waffel, prodotto dolciario che l’azienda Waffelman iniziò a proporre nel 1987 nel centro storico di Pistoia in un piccolo negozio aperto dal Sig. Giuseppe Manta. Da allora la distribuzione di questo dolce è diventata prima nazionale e poi internazionale.

La produzione avviene ora in uno stabilimento di 1400mq, ma la conduzione resta familiare e il prodotto rispetta le caratteristiche di artigianalità rispondendo al contempo alle esigenze del mercato globale. La scelta di materie prime di qualità e la ricetta rendono questo waffel unico e subito riconoscibile dal profumo e dall’assaggio. Waffelman propone anche altri prodotti come crepes e pancake.

 

SPONSOR

Platinum sponsor: Comprital (ingredienti per gelato) e Valrhona (cioccolato), Electrolux (attrezzature).

Silver Sponsor: ACOMAG, Carpigiani, Cattabriga, Frigogelo, Telme (macchinari), Medac (coppette di carta), Ostificio Prealpino (coni).

Technical sponsor: Arborea (latte e panna), Ifi (vetrina), Ferimpex (frutta surgelata), France Lait (latte in polvere), Naturalia (zuccheri e dolcificanti naturali), Ravifruit (purea e frutta surgelata), Régilait (latte in polvere), San Bernardo (acqua minerale), Sara Creazioni (divise), Sculture di Ghiaccio (ghiaccio), Silikomart (stampi), Tekna (vetrine verticali).

Mystery sponsor: Alce Nero, Amarelli, Aroborea, Borsci San Marzano, Condorelli, Le Delizie di Marchi, Manuel Caffè, Morello Austera, Ravifruit, Simone Gatto, Vicentini Mlesna, Waffelman.

Supporter: Eridania (zucchero), Metalmobil (arredi area vip), Paperlynen (cappelli), Selmi (temperatrici).

Media Partner: Punto.It e Pasticceria Internazionale.


Acqua Pura e Latte in polvere di Alta Qualità per CMG2016

ACQUA PURA E LATTE IN POLVERE DI ALTA QUALITA’: LA COPPA DEL MONDO DELLA GELATERIA NE VALORIZZA L’USO NELLE PREPARAZIONI ARTIGIANALI

 Rimini, 10 novembre 2015 – Tra le novità della 7a Coppa del Mondo della Gelateria (Sigep – Rimini Fiera 23 – 25 gennaio 2016) vi è l’utilizzo obbligatorio da parte di tutte le squadre in gara dell’acqua “minerale” nella preparazione dei sorbetti e un posto speciale sarà riservato anche al latte in polvere nelle preparazioni dei gelati.

Tale decisione presa dagli organizzatori della manifestazione è stata adottata per valorizzare il ruolo di un utilizzo consapevole e informato di questi due ingredienti, le cui caratteristiche contribuiscono a determinare la qualità di un prodotto artigianale.

“Non stiamo scoprendo l’acqua calda. In ogni ricettario di gelateria, dal Settecento a oggi, troviamo raccomandazioni riguardanti la massima attenzione che il professionista dei mestieri del gusto deve porre alla qualità dell’acqua che utilizza. In particolare, per fare un ottimo sorbetto – spiega Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo della Gelateria –, i cui ingredienti principali sono acqua, zuccheri e frutta, ci vuole un’ottima acqua. Più l’acqua è pura, più il sorbetto sarà di qualità. Per le sue caratteristiche organolettiche, l’acqua che utilizzeremo in questa edizione della Coppa del Mondo rappresenta un determinante valore aggiunto all’eccellenza dei sorbetti che saranno presentati da tutti i Team in gara. Inoltre, non dimentichiamo che stiamo affrontando una competizione internazionale, cui partecipano i cinque continenti e l’educazione all’uso in gelateria di un’ottima qualità dell’acqua è di fondamentale importanza”.

Per quanto riguarda il latte in polvere, spiega Timballo “un passaggio epocale in gelateria avvenne quando si arrivò alla determinazione di sommare latte in polvere al latte fresco nella preparazione del gelato per migliorare ii bilanciamento delle ricette; con l’aggiunta di percentuali variabili tra il 4 e 5% di latte in polvere su una media del 60% di fresco, infatti, si è potuto rendere più cremoso, morbido e spatolabile il gelato artigianale. Il nostro grande Maestro Luca Caviezel è stato tra i promotori della “rivoluzione bianca” in gelateria; infatti, in quella che noi consideriamo la “Bibbia” del gelato (Scienza e tecnologia del gelato artigianale, Chiriotti editori), Caviezel introduce come elemento qualificante delle nuove ricette proprio il latte in polvere. E’ ovvio che parliamo di latte in polvere di altissima qualità, esattamente come facciamo quando parliamo di latte fresco. Le proteine nobili contenute nei latti che utilizziamo nei nostri gelati ne qualificano l’eccellenza e il valore nutrizionale.”

A Sigep 2016, a fornire i professionisti di buona acqua minerale sarà l’azienda San Bernardo, mentre il latte in polvere a marchio “France Lait “sarà fornito da:  Gori dr. Enzo Srl – Alimenti Primari distributore esclusivo del marchio France Lait ed agente generale per l’Italia di Régilait, un’azienda attiva sul mercato internazionale del latte di conserva (in polvere, concentrato zuccherato e non zuccherato,  in polvere per alimentazione infantile) da oltre 65 anni.

SPONSOR

Platinum sponsor: Comprital (ingredienti per gelato) e Valrhona (cioccolato), Electrolux (attrezzature).

Silver Sponsor:

ACOMAG, Carpigiani, Cattabriga, Frigogelo, Telme (macchinari), Medac (coppette di carta), Ostificio Prealpino (coni).

Technical sponsor:

Arborea (latte e panna), Ifi (vetrina), Ferimpex (frutta surgelata), France Lait (latte in polvere), Naturalia (zuccheri e dolcificanti naturali), Ravifruit (purea e frutta surgelata), Régilait (latte in polvere), San Bernardo (acqua minerale), Sara Creazioni (divise), Sculture di Ghiaccio (ghiaccio), Silikomart (stampi), Tekna (vetrine verticali).

Mystery sponsor: Alce Nero, Amarelli, Arborea, Borsci San Marzano, Condorelli, Le Delizie di Marchi, Manuel Caffè, Morello Austera, Ravifruit, Simone Gatto, Vicentini, Waffelman.

Supporter: Eridania (zucchero), Metalmobil (arredi area vip), Paperlynen (cappelli), Selmi (temperatrici).

Media Partner: Punto.It e Pasticceria Internazionale.


Un’imperdibile settima edizione per CMG

Tre giorni di dure competizioni in diretta davanti al pubblico: dal 23 al 25 gennaio in uno spettacolare allestimento della hall Sud del Sigep di Rimini, 14 squadre da tutto il mondo si disputeranno il podio a colpi di bravura

 Saranno 70, a comporre i 14 team provenienti dai 5 continenti, i professionisti selezionati per partecipare alla 7° edizione della Coppa del Mondo della Gelateria, 3 squadre in più dell’ultima edizione del 2014.

A competere per l’unico titolo mondiale della Gelateria saranno: Argentina, Australia, Germania, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Spagna, Svizzera, USA; Cile, Uruguay e Singapore sono le fantastiche e assolutamente interessanti new entry della Coppa.

Dopo un anno di selezioni nel mondo i team che parteciperanno alla competizione internazionale dal 23 al 25 gennaio 2016 concorreranno nella hall Sud di Sigep presso Rimini Fiera.

Ogni squadra sarà compostada da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio e sarà guidata da un Team managerallenatore di elevato spessore professionale che farà parte della Giuria tecnica, cui sarà affiancata una Giuria artistica.

Le 14 nazioni si confronteranno in sette prove e a ciascuna squadra è stata data, dalla direzione della Coppa, la libertà di scegliere il tema da seguire. Oltre alla tecnica, al gusto e alla presentazione quindi, sarà valutata anche l’attinenza al tema prescelto.

I gelatieri dovranno prepare una coppa di gelato con gusti assortiti, una torta gelato, quattro tipi di mignon di gelato al cioccolato del peso massimo di 40 grammi comprese le decorazioni e dovranno cimentarsi nella prova di abilità (forse la più intrigante) denominata Mystery box per la quale dovranno realizzare un gusto di gelato (e spiegarne la ricetta/composizione), utilizzando ingredienti segreti sorteggiati e comunicati solo al momento dell’inizio della prova, da presentare su un cono stampato tradizionale.

I cuochi dovranno preparare tre finger food caldi in abbinamento al gelato gastronomico scelto dalla squadra.

Novità principali saranno le prove artistiche in cui, oltre alla scultura di ghiaccio, la cui esecuzione si svolgerà ogni giorno di fronte al pubblico, si dovrà realizzare anche uno zoccolo di ghiaccio con inclusioni di fiori, frutta, frutta secca, verdura, spezie o altri ingredienti commestibili.

Il pasticciere dovrà dimostrare tutta a sua abilità nella realizzazione di una scultura in croccante interamente realizzata e montata sul campo di gara.

Altra novità dell’edizione 2016: l’utilizzo obbligatorio per la realizzazione di tutti gli elaborati di purissima acqua minerale.

Tutti i lavori avverranno, come di consueto, in diretta davanti al pubblico, trasmessi in streaming e saranno poi presentati (e giudicati dalla Giuria artistica) nel Gran buffet finale che sarà allestito l’ultimo giorno di Coppa, sul campo di gara, lunedì 25 gennaio.

 

Platinum sponsor: Comprital (ingredienti per gelato) e Valrhona (cioccolato), Electrolux (attrezzature).

Silver Sponsor: ACOMAG, Carpigiani, Cattabriga, Frigogelo, Telme (macchinari), Medac (coppette), Ostificio Prealpino (coni).

Technical sponsor: Arborea (latte e panna), Ifi (vetrina), Naturalia (zuccheri e dolcificanti naturali), Paperlynen (cappelli), Ravifruit (purea e frutta surgelata), Sara Creazioni (divise), Sculture di Ghiaccio (ghiaccio), Silikomart (stampi).

Mystery sponsor: Alce Nero (miele), Condorelli (latte di mandorle e torroncini), Manuel Caffè (caffè), Simone Gatto (bergamotto)

Supporter: Eridania (zucchero), Metalmobil (arredi area vip),

Media Partner: Punto.It e Pasticceria Internazionale


Argentina, Cile e Messico selezionati per la CMG 2016

Argentina, Cile e Messico sono stati selezionati per partecipare alla settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria 2016 in programma dal 23 al 26 gennaio a Rimini (Italia).
Alla selezione latinoamericana organizzata dall’Associazione degli artigiani produttori di gelato (AFADHYA), insieme ai alla Federazione Pasticcieri, Panificatori e Gelatieri e (FTPSRCHPYA) e svolta l’1 e il 2 giugno nel corso della fiera FITHEP “Expoalimentaria Mercosur” a Buenos Aires in Argentina, hanno partecipato anche Uruguay, Brasile e Colombia.

Il Campionato Nazionale del Gelato Artigianale Argentino è stato fregiato del titolo di manifestazione di interesse culturale dal legislatore della città autonoma di Buenos Aires, attraverso l’adozione di un progetto presentato dal Congresso Victoria Mendez Roldan. L’evento infatti si propone come occasione per la diffusione del gelato artigianale di qualità e la promozioe delle professionalità del settore.

Ogni team ha presentato gusti innovativi in prove di gara dedicate alla presentazione su cono e coppe decorate, torte gelato, sculture in cioccolato e gelato gastronomico. Il tema della squadra Argentina che ha vinto la medaglia d’oro è stato “L’origine del gusto”. Il primo giorno di gara la squadra ha presentato la coppa “Inception”, composta da gelato al pane con glassa di cioccolato al latte, un cuore di nutella e semifreddo al caffè, poi una torta gelato denominata “trasformazione” a base di gelato vaniglia con biscotti tostati al cocco, poi un sorbetto ai frutti rossi, con mousse al limone e champagne, un semifreddo al caramello, con una glasse di cioccolato al latte. Il secondo e ultimo giorno ha presentato i mignon al cioccolato chiamati “Fusion” con cioccolato bianco, zenzero, carote e olio d’oliva; poi un gelato salato, nominato “modernismo”, con formaggio brie ed erba cipollina. Infine, hanno esposto una scultura di cioccolato raffigurante l'”Evolution”, dove il protagonista è il mestolo, l’utensile più antico della gastronomia.

Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo della Gelateria ha presieduto la giuria che valutato la presentazione, il lavoro di squadra, la tecnica, la qualità organolettica, l’innovazione e la creatività, l’ordine e pulizia e la presentazione finale degli elaborati.

La squadra Argentina che ha difeso il titolo vinto nel 2013 è composta dal capitano Ariel Segesser insieme a Daniel Celentanno ed Erica Rodriguez.

“Siamo orgogliosi del nostro lavoro e molto felice di vedere un risultato per i nostri sforzi. Abbiamo sviluppato le nostre creazioni unendo qualità e gusto contando sull’eccellenza dei nostri prodotti per un gelato di qualità. Grazie a queste ricette abbiamo esplorato le combinazioni che cercano di risvegliare i sensi in tutte le sue dimensioni. La nostra sfida è quella di continuare la tradizione che contraddistingue l’autentico gelato argentino”, ha sottolineato il capitano Ariel Segesser con i compagnidi squadra Daniel Celentano ed Erica Rodriguez.

Le squadre partecipanti erano così composte: il Cile era capitanato da Jorge Ortega Vidal,con Ian Bortnik Waisbein e il suo tema è stato “Science Fiction”, il Messico capitanato da Oscar Ortega, con Arturo Salinas Sergio Martinez e Diana Carolina Reyes Najera ha presentato il tema “surrealismo”, il Brasile era capitanato da Marcelo Magaldi, accompagnato da Rafael e Federico Mosca Samora con il tema “Time”, mentre la squadra della Colombia era capitanata da Julio Mojica, con Alesi Rodriguez Ortiz con il tema “Alice nel paese delle meraviglie”, mentre l’Uruguay guidato da Antonio Ciccarelo e composto da Carolina Merlano Nicolas Urrutia e Alonso Conde eha presentato il tema “Le Quattro Stagioni di Vivaldi”.

La Coppa del Mondo della Gelateria, attesissimo evento biennale al Sigep di Rimini è organizzato da Gelato e Cultura s.r.l. e Sigep di Rimini Fiera. Per la settima edizione durante il 2015 sono in corso le selezioni dei 14 team che in rappresentanza della propria nazione si contenderanno l’ambito titolo mondiale. In ogni team quattro professionisti: un gelatiere, un pasticciere, uno chef e uno scultore del ghiaccio dovranno mettersi alla prova in prove dedicate alla gelateria, alta cucina, scultura del ghiaccio e sculture in croccante.

Ufficio Stampa CMG
Claudia Santoro
+39 3204071715
press@coppamondogelateria.it
www.coppamondogelateria.it

Seguici sui social network
Hashtag: #CMG2016


La Crema di Santa Fina di Sergio Dondoli ad EXPO

Sergio Dondoli, gelatiere e membro del comitato organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria, sarà intervistato oggi, 17 aprile, alle 13.30 su Eatparade – Rai 2. Si parlerà della prossima partecipazione di Dondoli ad EXPO insieme a Sergio Colalucci. La sua Crema di Santa Fina, marchio registrato, realizzata con prodotti tipici di San Gimignano: zafferano e pinoli, rappresenterà infatti la Toscana all’Expo Milano 2015 insieme agli altri diciannove gusti di gelato selezionati per rappresentare le venti regioni d’Italia presso la gelateria “Rigoletto” nel Padiglione Italia. Conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per il suo gelato e per la sua personalità allegra e briosa, Sergio Dondoli ha ricevuto numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero, insignito come Gelato World Champion 2006, 2007, 2008 e 2009, tanto da accogliere nella sua gelateria a San Gimignano numerose stelle del cinema, dello sport e dello spettacolo. La Gelateria Dondoli, aperta nel 1992 nel cuore di San Gimignano, in piazza della Cisterna, secondo miglior luogo gourmet del mondo nella classifica di Lonely Planet, si distingue per la qualità, la creatività e l’attenzione rivolta ai prodotti del territorio. Negli ultimi anni Dondoli per la produzione del suo gelato ha adottato dieci mucche dalla vicina Fattoria Poggio di Camporbiano, conosciuta come uno dei punti di riferimento nel settore biodinamico, dove i bovini sono allevati in modo naturale.


Conclusa la selezione in Marocco per la CMG 2016

Selezionato il pasticciere del team che rappresenterà il Marocco nella prossima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria in programma a gennaio 2016 a Sigep – Rimini.  La gara è avvenuta nel corso della selezione nazionale di pasticceria svolta dal 24 al 27 marzo a Casablanca nel corso di Cremai Salon International des Professionnels de l’Hôtellerie, Restauration et Pâtisserie-Boulangerie.

Sul podio Rachid Zahroun, Hamou Ait Sidi e Abdelhamid Boutzrot.

In giuria in rappresentanza della CMG Pier Paolo Magni presidente del Comitato Mondiale d’Onore e membro del Comitato organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria.

La Coppa del Mondo della Gelateria, attesissimo evento biennale al Sigep di Rimini è organizzato da Gelato e Cultura s.r.l. e Sigep di Rimini Fiera. Per la settima edizione durante il 2015 saranno selezionati i 14 team che in rappresentanza della propria nazione si contenderanno l’ambito titolo mondiale. In ogni team quattro professionisti: un gelatiere, un pasticciere, uno chef e uno scultore del ghiaccio dovranno mettersi alla prova in prove dedicate alla gelateria, alta cucina, scultura del ghiaccio e sculture in croccante. 

Prossimo appuntamento con le selezioni per la Coppa del Mondo della Gelateria sarà a Buenos Aires dove dal 1 al 4 giugno nel corso di FITHEP – Expoalimentaria Mercosur saranno selezionate tre squadre latino-americane.


Sergio Colalucci a EXPO Milano 2015

Sergio Colalucci, maestro gelatiere di fama internazionale originario di Nettuno (RM) e membro del comitato organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria, sarà ad EXPO Milano 2015 per rappresentare l’eccellenza del gelato italiano.

Sergio Colalucci insieme ad Antonio Morgese ha sviluppato una serie di gusti tradizionali e innovativi con prodotti made in Italy che saranno presentati al pubblico nel corso del progetto “il Gelato delle Regioni” con cui la gelateria artigianale Rigoletto di Antonio Morgese si è aggiudicata la gestione in esclusiva dell’area tematica Gelato e Cioccolato nel Padiglione Italia a Expo Milano 2015.

La presentazione del progetto è avvenuta durante la conferenza stampa del 31 marzo, presso la Casa del Pane di Milano.
“Rigoletto è una gelateria artigianale – spiega Antonio Morgese, amministratore de Il Rigoletto srl – e la nostra passione è servire un buon gelato preparato secondo la tradizione artigianale italiana, cioè un alimento realizzato con prodotti genuini. Per questo Il Gelato delle Regioni ci è sembrato il modo migliore per essere coerenti con la nostra missione e offrire ai visitatori di ogni parte del mondo un assaggio della varietà delle eccellenze del territorio italiano.”

Durante la manifestazione i visitatori avranno la possibilità di trovare presso la piazzetta di Rigoletto Gelato e Cioccolato oltre 30 gusti pensati per l’occasione con eccellenze del territorio.
“I gusti verranno svelati con il procedere della manifestazione – spiega Sergio Colalucci – ma a titolo di anteprima posso citare alcuni esempi, come il Gorgonzola di Abbiategrasso con Zenzero o lo Zabaione al Marsala Florio.
Ovviamente ci saranno anche i gusti più classici, come la Nocciola IGP del Piemonte, la meno conosciuta nocciola Mortarella Campana e il Pistacchio di Bronte DOP. Penso che per i visitatori sarà un’esperienza interessante e un viaggio attraverso i sapori d’Italia.”

A loro il nostro in bocca al lupo e W il gelato artigianale!


Selezionato il team tedesco per la CMG

Ci sarà anche una donna nel team che rappresenterà la Germania nella prossima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria. Cosima Winkelmann è una giovane pasticciera tedesca selezionata insieme al gelatiere Gianni Toldo nel corso del campionato nazionale di gelateria e pasticceria svolto il 14 e 15 marzo nella fiera Internorga ad Amburgo, per rappresentare la Germania insieme allo chef e allo scultore di ghiaccio nella CMG2016.
In giuria Claudia Santoro addetto stampa e membro del Comitato organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria, Markus Worringer addetto stampa di EiskulturFreunde, l’associazione culturale tedesca sul gelato presieduta da Stefano Lucchini che ha organizzato l’evento e Klaus Ostenrieder, nel team tedesco CMG nel 2012.

Per la selezione i partecipanti alla categoria di gelateria hanno sviluppato tre prove, nella prima un gelato con ingredienti Comprital che sponsorizzato l’evento, il vincitore Gianni Toldo ha presentato un gelato amaretti e pesca, nella seconda un gelato al cioccolato Valrhona: cioccoarancio variegato con arance candite e cioccolato fondente aromatizzato al Countreau e infine un gelato gastronomico al cren servito con salmone. La gara di pasticceria, invece, ha visto il confronto sulla realizzazione di una scultura in croccante e tre tipi di mignon.

La Coppa del Mondo della Gelateria, attesissimo evento biennale al Sigep di Rimini è organizzato da Gelato e Cultura s.r.l. e Sigep di Rimini Fiera. Per la settima edizione durante il 2015 saranno selezionati i 14 team che in rappresentanza della propria nazione si contenderanno l’ambito titolo mondiale. In ogni team quattro professionisti: un gelatiere, un pasticciere, uno chef e uno scultore del ghiaccio dovranno mettersi alla prova in prove dedicate alla gelateria, alta cucina, scultura del ghiaccio e sculture in croccante.

Prossimo appuntamento con le selezioni per la Coppa del Mondo della Gelateria sarà in Marocco dal 24 al 27 marzo a Casablanca nel corso di Cremai Salon International des Professionnels de l’Hôtellerie, Restauration et Pâtisserie-Boulangerie.


Selezionato il team Polacco

Pawel Petrykowski e Przemyslaw Putynkoeski saranno gelatiere e pasticciere del team polacco che il prossimo gennaio 2016 parteciperà alla settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria.

La selezione di due componenti della squadra polacca è avvenuta il 23 febbraio 2015, nel corso della settima edizione del “Targi Cukiernicze i Lodziarski Expo Sweet 2013”, la fiera riservata al gelato e alla pasticceria a Varsavia in Polonia.

In giuria i campioni polacchi Krzysztof Klapec, Marele Sobkoniak e Michal Doroszkiewicz, che ha vinto la medaglia di bronzo alla CMG2014, Caroline Ruzarino direttore di una scuola nello Zimbabwe e Claudia Santoro addetto stampa e membro del Comitato organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria.

Per la selezione le squadre hanno sviluppato tre prove, nella prima hanno presentato quattro tipi di gelato: vaniglia, cioccolato, sorbetto e gelato d’autore in cui hanno potuto dare sfogo a tecnica e creatività, nella seconda una coppa decorata e nella terza un cocktail gelato.

La Coppa del Mondo della Gelateria, attesissimo evento biennale al Sigep di Rimini è organizzato da Gelato e Cultura s.r.l. e Sigep di Rimini Fiera. Per la settima edizione durante il 2015 saranno selezionati i 14 team che in rappresentanza della propria nazione si contenderanno l’ambito titolo mondiale. In ogni team quattro professionisti: un gelatiere, un pasticciere, uno chef e uno scultore del ghiaccio dovranno mettersi alla prova in prove dedicate alla gelateria, alta cucina, scultura del ghiaccio e sculture in croccante. 

Prossimo appuntamento sarà in Germania dal 13 al 18 marzo 2015 alla fiera Internorga di Amburgo e e subito dopo in Marocco a Casablanca dal 24 al 27 marzo nel corso di Cremai Salon International des Professionnels de l’Hôtellerie, Restauration et Pâtisserie-Boulangerie. Seguiranno l’Argentina, dove  a giugno 2015 a Buenos Aires, saranno selezionate tre squadre latino-americane e il Giappone.

Sono in via di programmazione le selezioni in altri Paesi europei ed extraeuropei, come l’Australia, l’Inghilterra e gli USA.