Topic: 2016

Il video del podio della #CMG2016

[youtube width=”300px” height=”200px”]5e8nzljPZiY[/youtube]

Conclusa la settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria si pensa già alla prossima nel 2018 per la quale saranno organizzate selezioni in tutto il mondo. Intanto ci godiamo il video della premiazione.

L’evento, a cadenza biennale, coinvolge i professionisti della gelateria, pasticceria, cioccolateria, alta gastronomia dei 5 Continenti e offre loro un’occasione unica di confronto e stimolo delle singole professionalità dettando nuove tendenze nel settore della gelateria artigianale. Alla VII edizione hanno partecipato 13 squadre per 65 concorrenti: Argentina, Australia, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Spagna, Svizzera, USA e le new entry Cile, Uruguay e Singapore.

Il Concorso, trasmesso in diretta streaming bilingue per tutta la durata della manifestazione e svolto dal 23 al 25 gennaio, nella Hall Sud del Sigep di Rimini Fiera, è organizzato da Gelato e Cultura s.r.l. e Sigep,  Salone Internazionale Della Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianali di Rimini Fiera.


Il Podio di CMG2016

L’Italia torna sul podio della Coppa del Mondo della Gelateria e vince per la quarta volta in sette edizioni l’ambito titolo mondiale. Seconda la Spagna, Terza l’Australia.

L’evento, organizzato da Gelato e Cultura e Sigep di Rimini Fiera si è svolto per il primo anno nella hall sud, sempre al Sigep, Salone internazionale della gelateria, pasticceria e panificazione artigianali, dal 23 al 25 gennaio. In gara 13 squadre: Argentina, Australia, Cile, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Singapore, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.

Nel corso della giornata conclusiva, durante il premio Comunicando istituto da Editrade, Sergio Dondoli e Sergio Colalucci sono stati insigniti del premio ambasciatore della comunicazione insieme ad Antonio Morgese (gelateria Rigoletto di Milano che, con Sergio Colalucci ha portato il gelato artiginale a EXPO con successo) per aver portato il gelato nel mondo.

Il team Italia campione del mondo, guidato da Diego Crosara di Altavilla Vicentina (VI) e composto dal gelatiere Luigi Tirabassi di Subiaco (RM), dallo chef Alberto Carretta di Thiene (VI) e dal pasticciere Antonio Capuano di Riccia (CB) e dallo scultore del ghiaccio Amelio Mazzella Di Regnella di Bacoli (NA), ha partecipato con il tema “il contrasto del mare”.

Il team era stato selezionato lo scorso gennaio al Sigep Gelato d’Oro di Rimini e ha svolto un anno di allenamenti in Cast Alimenti.

Luigi Tirabassi gestisce la “gelateria Luigi Tirabassi” a Subiaco in provincia di Roma. Laboratorio a vista, particolare attenzione alle materie prime e utilizzo di prodotti biologici sono punti cardine della sua filosofia. Antonio Capuano lavora nella pasticceria di famiglia sin da bambino e con grande passione ha frequentato corsi con i migliori maestri del settore per affinare la sua tecnica.  Alberto Carretta, giovane cuoco (25 anni) appasionato del mondo della gastronomia e amante dell’arte ha frequentato la scuola alberghiera di Recoardo (VI) e da allora affronta la sua passione con estro e creatività. Amelio Mazzella Di Regnella di Bacoli (NA) ha iniziato da autodidatta, dopo un viaggio negli Stati Uniti d´America tredici anni fa, che gli ha aperto la strada a diversi campionati di ghiaccio scolpito e lo ha spinto a costituire l’associazione italiana scultori del ghiaccio, di cui è presidente. Inoltre è l’ideatore del presepe di ghiaccio itinerante più grande d’italia con personaggi a misura d’uomo. Diego Crosara, team manager, è un pasticcere vicentino con consolidata esperienza di docenza e numerosi riconoscimenti internazionali tra cui la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo di Gelateria a Rimini nel 2012 nel ruolo di allenatore.

All’inizio eravamo molto tesi, eravamo i primi a presentare gli elaborati, e trovarci in una realtà così grande, con un premio così ambito. È stato molto emozionante, ma una volta partiti tutto è stato più semplice ha detto Alberto Carretta. Credo che il gusto sia stato l’elemento che più di tutti abbia influito sulla nostra vittoria. Il decoro inoltre non era invasivo, ma elegante sia nella piece che nella scultura in ghiaccio“, ha aggiunto Luigi Tirabassi, gelatiere.

 Medaglia d’argento per la Spagna guidata dal team manager Antonio Sirvent López, e composta da Judit Comes Prats Scultore del Ghiaccio, Marc Piqué Casas, Chef, Adolfo Javier Romero Rodríguez, Gelatiere,

Mario Masiá Berenger, Pasticciere. Il team medaglia d’argento ha partecipato con il tema “cappuccetto rosso mentre va dalla nonna”.

 Bronzo all’Australia con il tema “Tesori e mitologia del pacifico“, guidata da Martino Piccolo, Team Manager, Andre Sandison, Pasticciere, Donato Toce, Gelatiere, Bo Song, Scultore Del Ghiaccio e Tiffany Jones Chef.

Sul podio due squadre con due donne: la scultrice del ghiaccio spagnola Judit Comes Prats e lo chef australiana Tiffany Jones.

 A valutare gli elaborati una giuria tecnica, composta dai 13 team manager delle squadre partecipanti e presieduta da Elìè Cazaussus, detentore del titolo 2014 con la squadra Francese. In giuria: Eduardo Nestor Zacaria (Argentina), Martino Piccolo (Australia), Mónica Mariana Spencer León (Cile), Marco Paolo Molinari (Giappone), Diego Crosara (Italia), Mohamed     Alahmoum (Marocco), Oscar Ortega (Messico), Michał    Doroszkiewicz (Polonia), Lim Kimwah (Singapore), Antonio Sirvent López (Spagna), Giuseppe Piffaretti (Svizzera), Alejandro Rivero (Uruguay), John Hui (USA).

 Le squadre erano composte da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio che da sabato a lunedì si sono confrontate di fronte al pubblico nella Hall Sud del Sigep di Rimini Fiera su sette prove di gara, entrèe con gelato gastronomico e mignon di gelato al cioccolato svolte sabato, coppa decorata e torta gelato domenica, pezzo artistico in croccante e scultura in ghiaccio nei tre giorni e la spettacolare prova mystery box, la prova di abilità che ha visto i gelatieri dei 13 team misurarsi con la preparazione di un gelato utilizzando ingredienti segreti sorteggiati e comunicati solo al momento dell’inizio della prova, da presentare su un cono stampato tradizionale offerto dall’Ostificio Prealpino silver sponsor.

Durante tutte le giornate di gara le prove artistiche hanno fatto da background all’intera gara regalando al folto pubblico presente nell’arena della Hal Sud del Sigep momenti di puro spettacolo per la realizzazione di sculture valutate con particolare attenzione all’estetica, all’abilità tecnica e all’attinenza al tema nel Gran buffet finale allestito sul campo di gara l’ultimo giorno di Coppa, lunedì 25 gennaio.

Nella prova mystery box l‘Italia ha estratto a sorte i macarons de Le delizie di Marchi, la Svizzera: il caffè di Manuel Caffè,  il Giappone miele di Alce Nero, il Messico torroncini Condorelli, l’Uruguay: Bergamotto Simonegatto, l’Australia: Elisir S.Marzano Borsci, il Marocco: latte di mandorla di Condorelli, Singapore:waffel di Waffelman, Cile: polvere di liquirizia di Liquirizia Amarelli, Spagna: amarena di cantiano di Morello Austera,  Argentina esotic Verbena di Ravifruit, USA tè verde Vicentini Mlesna e Polonia yogurt Arborea.

La giuria artistica, composta da Lorena Gava (critica d’arte), dal maestro Beppo Tonon (campione mondiale di gelateria e maestro intagliatore di frutta e vegetali) e da Stephan Didier (Mof, presidente nazionale degli scultori del ghiaccio francesi), ha assegnato alla Spagna un premio speciale per il Gran Buffet Finale, mentre la chef stellata Valeria Piccini ha premiato il gelato gastronomico dell’italia realizzato da uno dei più giovani concorrenti in competizione, il cuoco Alberto Carretta.

Alcuni numeri della settima edizione: 1740 minuti di gara, oltre 275 mila persone raggiunte con i post Facebook, 21.000 euro di montepremi, 13 squadre per 65 concorrenti da 5 continenti, 17 giudici di gara, 1 notaio, 6 allievi della scuola alberghiera di Rimini, 12 assistenti di gara e tanti altri tra organizzatori e collaboratori.

Tra i sessantacinque concorrenti quattro donne in gara nella Coppa del Mondo della Gelateria: per l’Argentina Erica Paula Rodriguez pasticciera, per il Cile Monica Marianna Spencer Leòn team manager, per l’Uruguay Carlina Urrutya e per la Spagna Judit Comes Prats che nella prova di scultura in ghiaccio ha realizzato una scultura in ghiaccio con scalpello e sega elettrica alla mano.

Ciascuna squadra ha elaborato un proprio tema per la gara: l’Italia “il contrasto del mare”, la svizzera con “Il cinema”, il Giappone con “La natura”, il Messico con “Salvador Dalì, surrealismo”, l’Urugay con “Paez Vilaro Carlos”, l’Australia con “Tesori e mitologia del pacifico”, il Marocco con “Antico Egitto”, Singapore con “corrente nel giardino”, Cile con “Fantascienza”, spagna con “cappuccetto rosso mentre va dalla nonna”, Usa con “fuoco e ghiaccio”,  Argentina con “Un viaggio tra i cinque sensi” e Polonia con “La rinascita della natura dalla foresta”.

 Durante le giornate sono interventi alcuni fra i più noti campioni italiani della Coppa del Mondo della Gelateria, intervistati in streaming dai giornalisti Eleonora Cozzella (l’Espresso), Franco Puglisi (PuntoIT) e Livia Chiriotti (Pasticceria Internazionale).

Il loro intervento è stato di fondamentale importanza in ciascuna prova di gara per la loro professionilità. Francesco Falasconi di Tavullia (PU), campione 2012, ha supervisionato le prove di gara relative alla scultura in ghiaccio, i gelatieri Gaetano Mignano di Monte di Procida (NA), 2008 e Leonardo Ceschin di Pordenone, 2012, hanno assistito rispettivamente al taglio della torta e alla  presentazione della Coppa decorata, mentre Beppo Tonon di Oderzo (TV), campione 2006 e maestro intagliatore noto volto di Rai2, è stato parte della giuria artistica. Presente in campo anche la campionessa 2012 del Campionato Mondiale di Pasticceria Sonia Balacchi di Rimini che, durante lo streaming, è intervenuta con Leonardo Ceschin per spiegare dettagli tecnici e curiosità delle prove di pasticceria e gelateria.

 La Coppa è cresciuta nel tempo e quest’anno abbiamo aggiunto due prove che destano molto interesse e creano nuove tendenze, quella della scultura in croccante e dello zoccolo in ghiaccio che hanno dato un tocco in più alla gara con veri e propri capolavori“, ha detto Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo della Gelateria, “Negli ultimi anni avevamo aggiunto il gelato gastronomico e le mignon di gelato, è chiaro che non sono elementi che si fanno quotidianamente in gelateria, ma l’obiettivo è stato quello di dar spazio alla capacità del gelato di declinarsi in tante forme, dopotutto, come ci insegna la storica del gelato, Luciana Polliotti, questo ha preso vita nelle grandi cucine e la commistione, la collaborazione di tante professionalità crediamo possa dare una marcia in più, motivo per cui la squadra è composta da più professionalità. Adesso pensiamo alla prossima edizione e alle selezioni nel mondo“, ha concluso il presidente Timballo.

Tutto è stato coordinato al secondo dai commissari di gara, i gelatieri componenti del comitato organizzatore Sergio Dondoli di San Gimignano, Sergio Colalucci di Nettuno (RM) e Mauro Petrini di Roma affiancati dall’organo di rilevanza internazionale nato lo scorso anno con la nomina dei più importanti nomi della gelateria e della pasticceria nel mondo, il Comitato Mondiale D’onore con i rappresentanti Kamal Rahal Essoulami, Aljandro Tedeschi e il presidente Pier Paolo Magni.

Quest’anno il comitato organizzatore della Coppa del mondo della Gelateria ha voluto consegnare alcune targhe di riconoscimento a coloro che hanno dedicato la vita alla promozione del gelato: il maestro gelatiere Luca Caviezel, la giornalista Emilia Chiriotti, il Mof Grabiel Pailasson e all’ambasciatore della Coppa del Mondo della Gelateria in brasile Frederico Samora.

Un ringraziamento particolare a tutti gli sponsor e a tutto lo staff che ha collaborato alla realizzazione di questa grande edizione.

 

SPONSOR

Platinum sponsor: Comprital (ingredienti per gelato) e Valrhona (cioccolato), Electrolux (attrezzature).

Silver Sponsor:

ACOMAG, Carpigiani, Cattabriga, Frigogelo, Telme (macchinari), Medac (coppette di carta), Ostificio Prealpino (coni).

Technical sponsor:

Arborea (latte e panna), Ifi (vetrina), Ferimpex (frutta surgelata), France Lait (latte in polvere), Naturalia (zuccheri e dolcificanti naturali), Ravifruit (purea e frutta surgelata), Régilait (latte in polvere), San Bernardo (acqua minerale), Sara Creazioni (divise), Sculture di Ghiaccio (ghiaccio), Silikomart (stampi), Tekna (vetrine verticali).

Mystery sponsor: Alce Nero, Amarelli, Arborea, Borsci San Marzano, Condorelli, Le Delizie di Marchi, Manuel Caffè, Morello Austera, Ravifruit, Simone Gatto, Vicentini Vicentini Mlesna, Waffelman.

Supporter: Eridania (zucchero), Il Colombaio di Santachiara (azienda agricola), Metalmobil (arredi area vip), Paperlynen (cappelli), Selmi (temperatrici).

Media Partner: Punto.It e Pasticceria Internazionale.

 

Ufficio Stampa CMG

Claudia Santoro

3204071715

press@coppamondogelateria.it

www.coppamondogelateria.it

Seguici sui social network

Hashtag:  CMG2016

Foto: Mattia Serratore ed Enrico Minasso


I punteggi delle squadre #CMG2016

PUNTEGGI

 

Sul podio della settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria:

ITALIA

SPAGNA

AUSTRALIA

Il premio della giuria artistica è stato assegnato alla SPAGNA, mentre quello della giuria gastronomica  all’ITALIA.

Per scaricare la lista punteggi clicca qui: PUNTEGGI CMG 2016


L’Italia vince la CMG2016

Il tricolore italiano sventola ancora una volta alla Coppa del Mondo della Gelateria.

Il team guidato da Diego Crosara di Altavilla Vicentina (VI) e composto dal gelatiere Luigi Tirabassi di Subiaco (RM), dallo chef Alberto Carretta di Thiene e dal pasticciere Antonio Capuano di riccia (CB) e dallo scultore del ghiaccio Amelio Mazzella Di Regnella di Bacoli (NA) ha vinto il mondiale con il tema “il contrasto del mare”.

 Seconda la Spagna guidata dal team manager Antonio Sirvent López, e composta da Judit Comes Prats Scultore del Ghiaccio, Marc Piqué Casas, Chef, Adolfo Javier Romero Rodríguez, Gelatiere,

Mario Masiá Berenger, Pasticciere. Il team medaglia d’argento ha partecipato con il tema “cappuccetto rosso mentre va dalla nonna”.

 Terza l’Australia con il tema “Tesori e mitologia del pacifico“, guidata da Martino Piccolo, Team Manager, Andre Sandison, Pasticciere, Donato Toce, Gelatiere, Bo Song, Scultore Del Ghiaccio e Tiffany Jones Chef.

Sul podio due squadre con due donne: la scultrice del ghiaccio spagnola da Judit Comes Prats e lo chef australiana Tiffany Jones.

 In gara 13 squadre: Argentina, Australia, Cile, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Singapore, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA, composte da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio che da sabato a lunedì si sono confrontate di fronte al pubblico nella Hall Sud del Sigep di Rimini Fiera su sette prove di gara, entrèe con gelato gastronomico e mignon di gelato al cioccolato svolte sabato, coppa decorata e torta gelato domenica, pezzo artistico in croccante e scultura in ghiaccio nei tre giorni e mystery box oggi con la successiva valutazione del Gran Buffet Finale.

Domani alle 10.00 la conferenza stampa in Sala tiglio 1 al Sigep di Rimini Fiera.


Estratti i Mystery Box CMG2016

Estratti i Mystery per la prova di abilità che vedrà i gelatieri dei 13 team misurarsi con la preparazione di un gelato con un ingrediente segreto.

L’Italia ha estratto a sorte i macarons de Le delizie di Marchi, la Svizzera: il caffè di Manuel Caffè,  il Giappone miele di Alce Nero, il Messico torroncini Condorelli, l’Uruguay: Bergamotto Simonegatto,  l’Australia: Elisir S.Marzano Borsci,  Marocco: latte di mandorla di Condorelli, Singapore:waffel di Waffelman, Cile: polvere di liquirizia di Liquirizia Amarelli, Spagna: amarena di cantiano di Morello Austera,  Argentina esotic Verbena di Ravifruit, USA tè verde Vicentini e Polonia yogurt Arborea.

Oggi l’ultima giornata di gara per la settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria che ha visto in gara 13 squdre: Argentina, Australia, Cile, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Singapore, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA che da sabato competono per il titolo mondiale.

Le squadre, composte da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio si confrontano da sabato a lunedì di fronte al pubblico nella Hall Sud del Sigep di Rimini Fiera e in streaming bilingue su sigep.it e coppamondogelateria.it  su sette prove di gara, entrèe con gelato gastronomico e mignon di gelato al cioccolato svolte sabato, coppa decorata e torta gelato domenica, pezzo artistico in croccante e scultura in ghiaccio nei tre giorni e mystery box oggi con la valutazione del Gran Buffet Finale.

Oggi alle 17.00 la premiazione nella hall Sud e domani alle 10.00 la conferenza stampa in Sala tiglio 1 al Sigep di Rimini Fiera.


4 donne nei Team CMG2016

 QUATTRO DONNE TRA I TEAM DELLA SETTIMA EDIZIONE DELLA #CMG2016

DOMANI L’ULTIMA GIORNATA DI GARA CON LA SCULTURA DEL GHIACCIO E LA MYSTERY BOX 

Domani l’ultima giornata di gara per la settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria.

Quattro donne in gara tra i tredici team della Coppa del Mondo della Gelateria in corso al Sigep di Rimini Fiera, per l’Argentina Erica Paula Rodriguez pasticciera, per il Cile Monica Marianna Spencer Leòn team manager, per l’Uruguay Carlina Urrutya e per la Spagna Judit Comes Prats giovane donna che oggi pomeriggio sarà protagonista della prova di scultura in ghiaccio con scalpello e sega elettrica alla mano.

In lizza per il titolo mondiale: Argentina, Australia, Cile, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Singapore, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.

Domani dalle 8.00 alle 11.00 entrerà in campo l’ultima squadra, la Polonia, per la spettacolare prova della scultura in ghiaccio, poi sarà la volta della gara di Mystery box, prova di abilità per la quale le 13 squadre dovranno realizzare un gusto di gelato (e spiegarne la ricetta/composizione), utilizzando ingredienti segreti sorteggiati e comunicati solo al momento dell’inizio della prova, da presentare su un cono stampato tradizionale offerto dall’Ostifio Prealpino silver sponsor dell’evento. Al termine della gara la giuria tecnica, composta dai 13 team manager e presieduta da Elìè Cazaussus, insieme alla giuria artistica, composta da Lorena Gava (critica d’arte), dal maestro Beppo Tonon (campione mondiale di gelateria e maestro intagliatore di frutta e vegetali) e da Stephan Didier (Mof, presidente nazionale degli scultori del ghiaccio francesi), valuteranno il Gran Buffet Finale con il compito di giudicare i pezzi artistici, la loro armonia e l’aderenza al tema. Domani alle 17.00 la premiazione nella hall Sud e martedì alle 10.00 la conferenza stampa in Sala tiglio 1.

Le squadre, composte da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio si confrontano su sette prove di gara, da sabato a lunedì ogni giorno di fronte al pubblico nella Hall Sud del Sigep di Rimini Fiera e in streaming bilingue su sigep.it e coppamondogelateria.it  con le prime prove di gara: entrèe con gelato gastronomico e mignon di gelato al cioccolato svolte ieri, coppa decorata e torta gelato oggi, pezzo artistico in croccante e scultura in ghiaccio nei tre giorni e mystery box domani.

 

SPONSOR

Platinum sponsor: Comprital (ingredienti per gelato) e Valrhona (cioccolato), Electrolux (attrezzature).

Silver Sponsor: ACOMAG, Carpigiani, Cattabriga, Frigogelo, Telme (macchinari), Medac (coppette di carta), Ostificio Prealpino (coni).

Technical sponsor: Arborea (latte e panna), Ifi (vetrina), Ferimpex (frutta surgelata), France Lait (latte in polvere), Naturalia (zuccheri e dolcificanti naturali), Ravifruit (purea e frutta surgelata), Régilait (latte in polvere), San Bernardo (acqua minerale), Sara Creazioni (divise), Sculture di Ghiaccio (ghiaccio), Silikomart (stampi), Tekna (vetrine verticali).

Mystery sponsor: Alce Nero, Amarelli, Aroborea, Borsci San Marzano, Condorelli, Le Delizie di Marchi, Manuel Caffè, Morello Austera, Ravifruit, Simone Gatto, Vicentini Mlesna, Waffelman.

Supporter: Eridania (zucchero), Metalmobil (arredi area vip), Paperlynen (cappelli), Selmi (temperatrici).

Media Partner: Punto.It e Pasticceria Internazionale.


Al via la 7a CMG

PARTITA LA SETTIMA EDIZIONE DELLA COPPA DEL MONDO DELLA GELATERIA

OGGI LA PROVA DI ENTRè E QUELLA DELLE MIGNON DI GELATO AL CIOCCOLATO.

DOMANI TORTA GELATO, COPPA DECORATA. DA OGGI A LUNEDì SCULTURE DI GHIACCIO

IERI LE SQUADRE OSPITI DEL PLATINUM SPONSOR COMPRITAL E DEL TECHNICAL IFI 

Fischio di inizio per la settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria che, da oggi a lunedì 25 gennaio, incanterà il pubblico con gli spettacolari lavori artistici dei 13 concorrenti riuniti al Sigep di Rimini Fiera per conquistare l’ambito titolo mondiale: Argentina, Australia, Cile, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Singapore, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA

 Le squadre, composte da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio si confronteranno su sette prove di gara.

Oggi i lavori in diretta dalla Hall Sud del Sigep di Rimini Fiera e in streaming bilingue su sigep.it con le prime prove di gara: I cuochi con i gelatieri dovranno preparare tre finger food caldi in abbinamento al gelato gastronomico scelto dalla squadra e, successivamente, quattro tipi di mignon di gelato al cioccolato.

Durante tutte le giornate di gara due prove artistiche fanno da background all’intera gara. Scultori del ghiaccio e pasticcieri si confronteranno rispettivamente sulla realizzazione di una scultura in ghiaccio la cui esecuzione si svolgerà ogni giorno di fronte al pubblico,  e sula realizzazione di un pezzo artistico in croccante, che servirà da base alle mignon di gelato al cioccolato.

Il pezzo artistico in croccante, realizzato durante i giorni di gara, sarà valutato con particolare attenzione all’estetica, all’abilità tecnica e all’attinenza al tema, al momento della presentazione nel Gran buffet finale allestito l’ultimo giorno di Coppa, sul campo di gara, lunedì 25 gennaio.

In ordine di uscita, secondo l’estrazione avvenuta ieri, l’Italia partecipa con il tema “il contrasto del mare”, la svizzera con “Il cinema”, il Giappone con “La natura”, il Messico con “Salvador Dalì, surrealismo”, l’Urugay con “Paez Vilaro Carlos”, l’Australia con “Tesori e mitologia del pacifico”, il Marocco con “Antico Egitto”, Singapore con “corrente nel giardino”, Cile con “Fantascienza”, spagna con “cappuccetto rosso mentre va dalla nonna”, Usa con “fuoco e ghiaccio”,  Argentina con “Un viaggio tra i cinque sensi” e Polonia con “La rinascita della natura dalla foresta”.

 Domani i gelatieri dovranno prepare una coppa di gelato con gusti assortiti e una torta gelato, mentre lunedì sarà la volta della prova di abilità Mystery box per la quale dovranno realizzare un gusto di gelato (e spiegarne la ricetta/composizione), utilizzando ingredienti segreti sorteggiati e comunicati solo al momento dell’inizio della prova, da presentare su un cono stampato tradizionale. Al termine la valutazione del Gran Buffet finale.

Tutti i lavori avverranno nella hall Sud del Sigep davanti al pubblico e trasmessi in streaming su sigep.it e coppamondogelateria.it e condivisi sui social “Coppa Mondo Gelateria” e hashtag #CMG2016.

Ieri sera le squadre della Coppa del Mondo della Gelateria sono state ospitate dal platinum sponsor Comprital per la convention che celebrava il trentesimo anniversario dell’azienda.

Grandi cambiamenti in corso, l’azienda si trasforma in gruppo la cui holding resta in Italia e il cui presidente è Gianni Osti e si dirama in Comprital China, comprital Polonia e Comprital Italia in partnership con La Preferita di Parma, specializzata in paste per la gelateria artigianale.

Inoltre è stato presentato il Corpo docente di Athenaeum che, tra i numerosi formatori provenienti dalla Coppa del Mondo della Gelateria vi sono anche prestigiose new entry.

Le squadre sono state inoltre invitate dal technical sponsor Ifi che ha organizzato una visita agli stabilimenti di Tavullia (PU) mostrando le fasi di lavoro delle ultime vetrine per gelateria, vincitrici dell’ambito premio Compasso d’oro, e accogliendo i team in una ospitale cena nello stabilimento.


Domani il taglio del nastro CMG2016

Tutto pronto per la settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria che da domani a lunedì 25 gennaio incanterà il pubblico del Sigep di Rimini Fiera con sculture ed elaborati di alta cucina, gelateria e pasticceria.

Durante le giornate interverranno alcuni fra i più noti campioni italiani della Coppa del Mondo della Gelateria.

Il loro intervento sarà importantissimo in ciascuna prova di gara e metteranno a disposizione la loro professionilità per la verifica sullo svolgimento della gara. Francesco Falasconi di Tavullia (PU), campione 2012, sarà supervisore per le prove di gara relative alla scultura in ghiaccio, i gelatieri Gaetano Mignano di Monte di Procida (NA), 2008 e Leonardo Ceschin di Pordenone, 2012,assisteranno rispettivamente al taglio della torta e alla  presentazione della Coppa decorata, mentre Beppo Tonon di Oderzo (TV), campione 2006 e maestro intagliatore noto volto di Rai2, farà parte della giuria artistica che valuterà la presentazione e l’armonia di composizione nel Gran Buffet Finale.

Sarà presente in campo anche la campionessa 2012 del Campionato Mondiale di Pasticceria Sonia Balacchi di Rimini che, insieme agli altri, interverrà durante lo streaming per spiegare dettagli tecnici e curiosità delle prove di pasticceria.

 La coppa del mondo della gelateria nasce nel 2002 a Torino da un’idea di cinqui amici: Alfio Tarateta, Pierpaolo Magni, Eliseo Tonti, Luciana Polliotti e Giancarlo Timballo.  Gli scopi furono da subito ben definiti: promuovere in modo professionale il gelato artigianale nel mondo, esplorarne le origini, elevare il mestiere di gelatiere, lanciare nuove leve e creare interesse e sana competizione tra i professionisti del settore, Contribuire a creare nuovi  interessi commerciali verso altre categorie come la ristorazione e unificare il settore della gelateria in un grande evento internazionale“, racconta Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo della Gelateria.

Da allora per sette edizioni la Coppa del Mondo della Gelateria ha riunito professionisti di grande spessore alimentando la gara di nuove prove e importanti innovazioni. Quest’anno è stata aggiunta la prova in croccante per riportare la tradizione in forma innovativa, questa è affiancata dalle prove di gelateria sulla coppa decorata, sulla torta, e sulle new entry delle ultime edizioni: il gelato gastronomico abbinato a una entrée, i mignon di gelato al cioccolato con un peso limite di 40 grammi e la scultura in ghiaccio che quest’anno sarà affiancata anche da uno zoccolo che farà da base per la presentazione degli elaborati nel Gran Buffet Finale. Tutto sarà coordinato dai commissari di gara, i gelatieri componenti del comitato organizzatore Sergio Dondoli di San Gimignano, Sergio Colalucci di Nettuno (RM) e Mauro Petrini di Roma affiancati dall’organo di rilevanza internazionale nato lo scorso anno con la nomina dei più importanti nomi della gelateria e della pasticceria nel mondo.

Nell’albo d’oro delle precedenti sei edizioni della Coppa del Mondo della Gelateria si impongono i nomi della Francia detentrice del titolo 2014, 2010 e 2003 e dell’Italia vincitrice nel 2012, 2008 e 2006.

Quest’anno la gara riserverà grande spettacolo chiamando in campo squadre di alta professionalità  composte da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio e provenienti da 13 Paesi: Argentina, Australia, Cile, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Singapore, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.

Nel tempo la manifestazione è cresciuta in maniera esponenziale – ha aggiunto Timballo – e, coinvolgendo guru della gelateria nel mondo, il comitato organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria sostiene negli anni dispari l’organizzazione delle selezioni nazionali nei cinque continenti facendosi portavoce della professionalità e della qualità del gelato artigianale nel mondo. Per la settima edizione la metà delle squadre partecipanti è stata selezionata in gare nazionali, auspichiamo che dal prossimo anno, con l’aiuto del Comitato Mondiale d’Onore e degli Sponsor, tutte le squadre possano selezionare i migliori professionisti nel proprio Paese“.

 

SPONSOR

Platinum sponsor: Comprital (ingredienti per gelato) e Valrhona (cioccolato), Electrolux (attrezzature).

Silver Sponsor: ACOMAG, Carpigiani, Cattabriga, Frigogelo, Telme (macchinari), Medac (coppette di carta), Ostificio Prealpino (coni).

Technical sponsor: Arborea (latte e panna), Ifi (vetrina), Ferimpex (frutta surgelata), France Lait (latte in polvere), Naturalia (zuccheri e dolcificanti naturali), Ravifruit (purea e frutta surgelata), Régilait (latte in polvere), San Bernardo (acqua minerale), Sara Creazioni (divise), Sculture di Ghiaccio (ghiaccio), Silikomart (stampi), Tekna (vetrine verticali).

Mystery sponsor: Alce Nero, Amarelli, Aroborea, Borsci San Marzano, Condorelli, Le Delizie di Marchi, Manuel Caffè, Morello Austera, Ravifruit, Simone Gatto, Vicentini Mlesna, Waffelman.

Supporter: Eridania (zucchero), Metalmobil (arredi area vip), Paperlynen (cappelli), Selmi (temperatrici).

Media Partner: Punto.It e Pasticceria Internazionale.

 

 

 

 



I protagonisti della settima edizione

In occasione della settima edizione della Coppa del Mondo della Gelateria saranno tanti i nomi di rilievo internazionale presenti sul campo della Coppa del Mondo della Gelateria.

Le gare saranno visibili ogni giorno dalle 8.30 alle 17.30 in streaming bilingue su sigep.it e coppamondogelateria.it e sui social network con hashtag #CMG2016

La giuria tecnica, composta dai team manager delle 13 nazioni in gara, sarà presieduta da:

E.-Cazaussus-Francia-photo-225x300Elie Cazaussus – presidente onorario Giuria tecnica CMG 2016
La carica di presidente onorario della Giuria tecnica spetta, per Regolamento, al Team manager della squadra vincitrice la precedente edizione (2014), in questo caso la Francia. Gelatiere, pasticciere e cioccolatiere con sede a Tarbes dal 1978, è stato campione del mondo di pasticceria nel gennaio 2003 a Lione, Miglior Gelatiere di Francia (MOF) dal 2004 e allenatore della squadra francese che nel 2009 ha vinto la Coppa del Mondo di pasticceria a Lione. E’ Presidente dell’Unione dei Pasticceri, Vice Presidente della Camera di Commercio e della Confederazione Nazionale di Gelatieri di Francia. Team Manager della squadra francese detentrice del titolo 2014.

 

Per le prove artistiche la giuria tecnica sarà affiancata da una giuria artistica con professionisti di livello internazionale:

Beppo Tonon – Giuria artistica CMG 2016

beppotonon1Nato a Ponte di Piave, vive a Oderzo, dove conduce “Cà Lozzio”, una gelateria-ristorante che è anche e soprattutto un circolo culturale e artistico. La sua storia professionale inizia nel 1967, quando si trasferisce in Germania per lavoro per tornare poi in Italia e specializzarsi nel campo della decorazione, soprattutto delle sculture di vegetali e frutta, che lo hanno reso celebre e protagonista di numerose trasmissioni tv. Nel 1996, nel 1998 e nel 2004 si classifica primo ai tre più importanti concorsi di decorazione di coppe gelato a Longarone, ad Alicante in Spagna e ad Erfurt in Germania.
Nel 2006 vince la Coppa del Mondo della Gelateria a Rimini, capitanando la squadra italiana con Roberto Rinaldini e Sergio Colalucci. Attualmente, insegna tecnica della scultura dei vegetali in scuole professionali italiane ed estere. Ha pubblicato due libri: “La frutta scolpita in Gelateria” e “Le composizioni scenografiche nei buffet”. Scrive inoltre in numerose riviste del settore in Italia e in Spagna. Team Manager della squadra italiana seconda nel 2014.

 Lorena Gava – giuria artistica CMG 2016

foto-lorena-gava-leggeraLaureata in lettere a indirizzo artistico all’Università di Padova, è docente di storia dell’arte ed è parte attiva con interventi di presentazione critica, dell’associazione Veneto Arte di Vittorio Veneto.  Suoi interventi critici compaiono in pubblicazioni e cataloghi relativi a personalità del mondo dell’arte. Tiene corsi di storia dell’arte presso varie istituzioni.

 Stephan Didier – giuria artistica CMG 2016

Presidente Nazionale degli scultori francesi di ghiaccio idrico, è creatore del sucreglace.com e responsabile di collana delle edizioni Dèliceo (Capitole). Ha partecipato a numerosi concorsi di scultura fino a conquistare il brevetto di maestria come pasticciere, confettiere, gelatiere e cioccolatiere nel 1982. Nel 1997 acquisisce il titolo di MOF (un des Meilleurs ouvriers de France) come gelatiere e nel 2004 quello di “Maitrè Artisan”.

Il gelato gastronomico e l’abbinamento ai fingers food sarà valutato dalla chef stellata:

Valeria Piccini – giuria gastronomica CMG 2016

Valeria PicciniChef del ristorante bistellato Caino di Montemerano (Grosseto). La cucina della sua terra, la Maremma, Valeria l’ha nel DNA, e proprio per questo sa come rieditarla e rinnovarla, nel rispetto assoluto per le materie prime, parte delle quali coltiva direttamente nel suo orto. Appena nominata Cuoca dell’Anno dalla Guida 2016 de L’Espresso, Valeria Piccini è cresciuta professionalmente da autodidatta, in tasca però aveva un diploma di perito chimico che in cucina non guasta; inizia affiancando ai fornelli la suocera e oggi Caino è annoverato fra i migliori d’Italia, celebre e molto apprezzato anche all’estero. Altra anima di Caino è il marito di Valeria, Maurizio Menichetti; egli cura la cantina scavata nella roccia, che scende per diversi metri, creando anfratti, stanze e angoli sotterranei, in cui riposano qualcosa come 20.000 bottiglie tra le quali anche quelle che Maurizio produce da una vigna con una vecchia varietà di Sangiovese e una Malvasia Nera. Nota curiosa: “Caino” è il nomignolo di Carisio, il suocero di Valeria che con a moglie Angela aprì, nel 1971, una rivendita di vini dove si potevano spiluccare formaggi, salumi e degustare specialità fredde del posto.